Studio ESSECI - "Magister Giotto" vola in Russia

“Magister Giotto” vola in Russia

by author page

News

Comunicato Stampa

“Magister Giotto” vola in Russia.
Previsto almeno un milione di spettatori.
L’accordo è stato sottoscritto, ai massimi livelli,
a San Pietroburgo

Nei prossimi mesi i russi scopriranno, o conosceranno meglio, il nostro Giotto. Nella sede di San Pietroburgo di ITA-TASS, l’agenzia di stampa russa, è stato infatti ufficialmente annunciato l’accordo internazionale che porterà “Magister Giotto” in un lungo tour in prestigiose sedi espositive russe, partendo proprio da quella città.

Per parte italiana, presente il Console Generale Leonardo Bencini, l’importantissimo accordo culturale è stato presentato da Renato Saporito e Luca Mazzieri, rappresentanti della holding che ha ideato e organizzato l’innovativo progetto multimediale, di cui ora gestisce l’internazionalizzazione.

Il rilevo che la Russia riserva all’accordo è confermato dagli interventi, in sede di prestazione pubblica, Konstantin Suchenko, Presidente del Comitato Cultura di San Pietroburgo, Semion Michaylovskij, Rettore dell’Accademia delle Belle Arti Repin di San Pietroburgo, Pavel Seleznev, direttore Kirov Central Park of Culture and Recreation e Valentina Orlova, direttrice del Centro Mondiale di Cultura di San Pietroburgo, presieduto da Michail Piotrovskij, Direttore Generale del Museo dell’Ermitage.

«Il tour in Russia» afferma Renato Saporito, Ad di Cose Belle d’Italia Media Entertainment «rappresenta la conferma di una forte vocazione internazionale del format Magister, trilogia di mostre dedicate ai grandi protagonisti della cultura italiana – Giotto (2017), Canova (2018) e Raffaello (2019) – ideati con l’obiettivo di rivitalizzare i valori globali del patrimonio artistico italiano in chiave contemporanea. San Pietroburgo è luogo privilegiato di un intenso dialogo culturale tra Italia e Russia. È dunque una grande emozione sapere che il viaggio di Giotto per la Russia parta proprio da qui, con una mostra dedicata a un Maestro assoluto. Il nostro obiettivo è favorire la conoscenza, mettendo l’innovazione al servizio della creatività. Tutti i progetti espositivi di Magister riuniscono alto rigore scientifico e impegno scenografico con l’obiettivo di promuovere il pensiero e l’arte italiana a livello internazionale dove la cultura sia intesa come forma di intrattenimento con valore universale».

Il debutto di “Magister Giotto” è avvenuto a Venezia, dove la presentazione di quello che è stato valutato come “uno dei migliori progetti mondiali per raccontare l’arte, sia per i contenuti che per le modernissime innovative tecnologie espositive” ha ottenuto il consenso unanime del pubblico italiano e internazionale e degli esperti.

La grandezza di Giotto – e prossimamente di Canova e di Raffaello – è stata evidenziata dall’utilizzo di moderni videoinstallazioni, abbinate a speciali contenuti audio, arricchite di effetti di illuminazione e accompagnate da musiche originali, all’interno di una complessa architettura dove gli stand appositamente progettati, creano l’effetto di una vera e propria immersione nel mondo dell’artista. Questo permette ad uno spettatore anche inesperto di comprendere le peculiarità dello stile artistico e della visione del mondo di uno dei più grandi Maestri di tutti i tempi, ma nello stesso tempo offre anche agli esperti angolature inconsuete e nuovi spunti di riflessione.

“Magister Giotto” è un emozionante spettacolo di immagini che letteralmente “abbraccia” lo spettatore e lo conduce lungo un viaggio che sconfina in un percorso spirituale.

L’affascinante esperienza, che in molti hanno potuto vivere a Venezia viene, grazie all’accordo ora sottoscritto, messa a disposizione di numerose sedi russe, con avvio del lungo tour proprio da San Pietroburgo. Le stime partono da un milione di russi che ammireranno “Magister Giotto” nel suo tour.

“E’ un importante riconoscimento al grande maestro fiorentino”, sottolinea Renato Saporito. “Una ulteriore testimonianza della passione che molti in Russia nutrono per i nostro Paese e per la sua grande arte. Ma è anche un riconoscimento alla nostra creatività e alla nostra tecnologia. Per noi e per l’Italia questo accordo è un fatto che ci inorgoglisce.

Dopo l’inaugurazione a San Pietroburgo del primo tour internazionale, reso possibile grazie all’impegno di Renato Saporito in un’intensa attività di relazioni culturali con la Russia, Magister darà nuovamente appuntamento al pubblico a Venezia con Magister Canova, in programma, alla Scuola Grande della Misericordia, dal 15 giugno – 22 novembre 2018, in con la collaborazione del Museo Antonio Canova di Possagno (Vicenza).