Studio ESSECI - TEFAF sostiene il restauro del ritratto di Monsieur Jules Dejouy di Manet

TEFAF sostiene il restauro del ritratto di Monsieur Jules Dejouy di Manet

by author page

News

IL TEFAF MUSEUM RESTORATION FUND E AMGUEDDFA CYMRU – NATIONAL MUSEUM WALES –
RESTAURANO UN ECCEZIONALE MANET

Prossima edizione TEFAF online dal 9 al 13 settembre.
Preview l’8 settembre.
www.tefaf.com

Comunicato stampa (Amsterdam, Paesi Bassi; New York, NY) –

La European Fine Art Foundation (TEFAF) è lieta di annunciare che Amgueddfa Cymru – National Museum Wales riceverà € 20.000, come secondo destinatario del TEFAF Museum Restoration Fund di quest’anno, un supporto economico erogato ogni anno a sostegno del lavoro vitale della comunità artistica internazionale al fine di preservarne il patrimonio artistico e culturale.

Con il finanziamento di TEFAF, il National Museum Wales potrà restaurare il ritratto di Monsieur Jules Dejouy (1879) di Édouard Manet (1832-1883), un’opera che il museo ha ottenuto nel 2019 dopo essere stato per più di novant’anni nella stessa collezione privata di famiglia. Jules Dejouy (1815-1894) non era solo il cugino maggiore di Manet, ma anche una figura importante nella vita dell’artista. Fu un avvocato di successo, nominato alla corte imperiale in Francia nel 1849. Dopo la morte del padre dell’artista nel 1862, Dejouy fu nominato consigliere e guida di Manet e dei suoi fratelli e Manet fece affidamento su di lui nei momenti fondamentali della sua vita. Durante l’assedio di Parigi nel 1870, l’artista inviò oggetti di valore a suo cugino perché li tenesse in custodia. Dejouy fu anche nominato da Manet come suo esecutore e fece parte del comitato che organizzò la mostra del 1884 dopo la morte di Manet, insieme a Emile Zola, ai pittori come Fantin-Latour e mercanti come Durand-Ruel e Georges Petit. Mostra in cui era esposto anche questo ritratto.

Questo olio su tela, originariamente di proprietà di Dejouy, è rimasto in condizioni relativamente intatte, cosa rara per un’opera di questo periodo. Il progetto di restauro prevede un esame tecnico e di conservazione che mira a offrire una migliore comprensione del ritratto, della sua presentazione e della sua leggibilità come opera d’arte. Il finanziamento di TEFAF sosterrà inoltre la ricerca storica condotta dal National Museum Wales per collocare Il ritratto di Monsieur Jules Dejouy nel proprio contesto storico artistico, in particolare per quanto riguarda la relazione con le altre tre opere di Manet nella collezione del museo: Effetti di neve a Petit Montrouge (1870 -71), Argenteuil, Barca (1874) e Il coniglio (1881).

“Questo prestigioso riconoscimento della European Fine Art Foundation (TEFAF) consentirà al National Museum Wales di restaurare e poi presentare al pubblico il Ritratto di Monsieur Jules Dejouy di Manet dopo oltre 90 anni. In quanto ente di beneficenza, siamo estremamente grati a TEFAF per il sostegno e desideriamo ringraziare anche gli Amici del Museo e la Fondazione Finnis Scott per i loro contributi”. Ha dichiarato David Anderson, Direttore Generale Amgueddfa Cymru – National Museum Wales: “Amgueddfa Cymru ospita una delle più grandi collezioni al mondo di arte francese del XIX e dell’inizio del XX secolo, grazie ai generosi lasciti delle sorelle Gwendoline e Margaret Davies. Il ritratto di Jules Dejouy di Manet si troverà come a casa qui”.

“Il dipinto attualmente è coperto da un velo di sporco superficiale e di vernice scolorita. La rimozione di questi probabilmente recupererà la delicatezza del dipinto, ne ri-saturerà l’immagine offrendo un maggior senso di profondità nell’opera”. Ha dichiarato Adam Webster, Chief Conservator Art, Natural Sciences & Presentive Conservations presso il National Museum Wales, “Un altro aspetto importante di questo progetto è l’esame tecnico che utilizza la luce ultravioletta, la luce radente, la riflettografia a infrarossi e la radiografia X. Questi dovrebbero fornire una nuova conoscenza dei metodi di lavoro di Manet, ad esempio per quanto riguarda i cambiamenti nella composizione e dei processi pittorici. A questo si aggiunge l’esame dei pigmenti e della struttura degli strati con la microscopia che contribuirà ad arricchire la base di conoscenze esistenti sulla tecnica di Manet.

“Collaborare con il National Museum Wales su questo progetto di studio e scoperta oltre che di conservazione è un privilegio e un piacere”, ha affermato Ashok Roy, ex direttore di Science and Collections presso la National Gallery di Londra e membro del comitato del TEFAF Museum Restoration Fund. “Il TEFAF Museum Restoration Fund è onorato di aiutare a preservare per le generazioni a venire questo dipinto fino ad ora poco conosciuto di un artista molto amato.”

TEFAF MUSEUM RESTORATION FUND
Il TEFAF Museum Restoration Fund è stato istituito nel 2012 al fine di sostenere e promuovere il restauro e la relativa ricerca accademica di importanti opere d’arte museali. Le domande per le e sovvenzioni sono aperte a musei di tutto il mondo per opere d’arte di qualsiasi periodo. Ogni anno verrà assegnato un massimo di € 50.000 ai progetti. Il Comitato di esperti indipendenti seleziona solitamente due vincitori che ricevono ciascuno un massimo di € 25.000 a sostegno del proprio progetto di restauro.

Il secondo vincitore del TEFAF Museum Restoration Fund di quest’anno è The Beirut Glass Project, una collaborazione tra il British Museum e l’American University of Beirut. Il TEFAF Museum Restoration Fund celebrerà il suo decimo anniversario a Maastricht nel 2022. Dalla fondazione del fondo, sono stati sostenuti quasi 20 progetti museali. Maggiori informazioni sui progetti passati su TEFAF Stories.

TEFAF Talks by Financial Times
Otto antichi contenitori di vetro che sono stati gravemente danneggiati nell’esplosione del porto di Beirut in Libano e un dipinto di Manet in una delle migliori collezioni impressioniste al di fuori della Francia. Questi sono i vincitori del TEFAF Museum Restoration Fund 2021. Curatori e restauratori parteciperanno a una conversazione per discutere i progetti e il restauro durante TEFAF Online 2021, il 10 settembre, dalle 19:00 alle 20:00 CET. Parteciperanno al dialogo Nadine Panayot Haroun (Archaeological Museum, American University of Beirut) James Fraser (The British Museum) e Adam Webster (National Museum of Wales) e sarà moderato da Jan Dalley (Financial Times). Registrazioni a TEFAF Online su www.tefaf.com

SU TEFAF
Fondata nel 1988 a Maastricht, Paesi Bassi, TEFAF – acronimo di The European Fine Art Foundation – è un’organizzazione no profit che supporta l’esperienza, il sapere e la varietà della comunità globale dell’arte, ed è altamente rispettata per i meticolosi standard di valutazione delle opere esposte alle sue Fiere di Maastricht e New York. Come dimostra la selezione di qualità dei galleristi partecipanti a tali Fiere, TEFAF si pone come guida esperta per i collezionisti privati e istituzionali del mercato globale dell’arte, ispirando appassionati e compratori di tutto il mondo. L’organizzazione è controllata da un Consiglio di 21 membri appartenenti alla comunità dell’arte e dell’antiquariato – di cui molti espositori TEFAF – e guidata dal Comitato Esecutivo, composto da 7 membri scelti dal Consiglio. www.tefaf.com
AMGUEDDFA CYMRU – NATIONAL MUSEUM WALES
Amgueddfa Cymru – National Museum Wales è un complesso di sette musei e un centro collezioni, tutti ad ingresso gratuito grazie al sostegno del governo gallese. Insieme, ospita le collezioni di arte, storia, patrimonio e scienza della nazione, che continueranno a crescere in modo che possano essere utilizzate e apprezzate dalle generazioni presenti e future.
Uno dei suoi musei, il St Fagans National Museum of History, che esplora la storia e la cultura del Galles, ha vinto l’Art Fund Museum of the Year 2019.
Come ente di beneficenza registrato, Amgueddfa Cymru è grato per ogni tipo di sostegno. Il programma di eventi e mostre è supportato dai giocatori della People’s Postcode Lottery.

AMGUEDDFA CYMRU – NATIONAL MUSEUM WALES PRESS OFFICE
Lleucu Cooke
Rheolwr Cyfathrebu – Communications Manager
Amgueddfa Cymru – National Museum Wales

Ffon symudol / Mobile: 07961223567
Ebost/Email: lleucu.cooke@amgueddfacymru.ac.uk

TEFAF PRESS OFFICE
TEFAF, press@tefaf.com, + 31 20 303 6400
JP Verhagen, jp.verhagen@tefaf.com, +31 6 42 56 77 25

ITALY
Studio Esseci
Roberta Barbaro
gestione3@studioesseci.net
+39 (0)49 663 499