Mostre in corso (22)

GIAMPAOLO BABETTO. Segno e luce

14 Gennaio 2022 - 03 Aprile 2022

Venezia Basilica di San Giorgio Maggiore

Giampaolo Babetto, artista di fama internazionale e creatore di gioielli (architetture da indossare) esposti in 42 musei del mondo e presenti nelle collezioni più raffinate, si confronta con il Sacro. Sceglie di farlo nella monumentale Basilica palladiana dell’Abbazia di San Giorgio Maggiore a Venezia. Nello splendido scenario del Coro Maggiore, la preziosità dei materiali, le geometrie delle forme di Giampaolo Babetto richiamano lo sguardo non più alla sacralizzazione dell’oggetto ma alla sacralizzazione della vita.

Vedi tutto

ARON DEMETZ. Autarkeia II. Il richiamo della materia

15 Gennaio 2022 - 31 Marzo 2022

Catanzaro, Museo MARCA

Ricerca e sperimentazione caratterizzano l’intero percorso di Demetz, discendente da una famiglia di scultori e originario della Val Gardena, terra di santi e di scultori di altari lignei che si possono ammirare nelle chiese di tutto il mondo. La mostra al MARCA propone una serie di opere che sono testimoni del percorso di questa appassionata ricerca espressiva: opere figurali in legno, bronzo, in gesso e vetro, a conferma come in Demetz la scultura sia pensiero tradotto in forma, elaborazione filosofica tradotta in prassi plastica.

Vedi tutto

ROBERT CAPA. Fotografie oltre la guerra

15 Gennaio 2022 - 05 Giugno 2022

Abano Terme (Pd), Villa Bassi Rathgeb

E’ un Capa “altro”, quello che questa grande mostra propone. Più di 100 immagini a documentare il rapporto del fotografo con Picasso, Hemingway e Matisse e l’ambiente culturale. Così come con il grande cinema: Humphrey Bogart , John Houston, Gina Lollobrigida, Anna Magnani, Silvana Mangano , da Notorius al neorealismo. E ancora la sezione dedicata alla collaborazione tra Capa e lo scrittore americano Steinbeck che darà avvio al progetto “Diario russo”, viaggio alla scoperta di quel nemico che era stato l’alleato più forte nella seconda guerra mondiale, l’Unione Sovietica. Poi la quotidianità di un Paese antichissimo e allora nuovissimo, Israele, e l’esperienza del Tour de France dove il vero protagonista diventa il pubblico più che i ciclisti.

Vedi tutto

FRANCESCO MESSINA. PRODIGI DI BELLEZZA 120 opere a 120 anni dalla nascita

19 Dicembre 2021 - 27 Febbraio 2022

Vercelli, Arca, Palazzo Arcivescovile ed Ex Chiesa Di San Vittore

Tre sedi, 120 opere, non poche di dimensioni rilevanti, per celebrare, a 120 anni dalla nascita, Francesco Messina, scultore certamente tra i maggiori dell’ultimo secolo. ARCA, Palazzo Arcivescovile, ex Chiesa di San Vittore accolgono grandi marmi, molti bronzi e ritratti di amici e colleghi – memorabili, tra i tanti quelli di Lucio Fontana, Quasimodo, Bacchelli (con il monocolo), Montanelli, Arturo Tosi, Eugenio D’Ors – tra le figure femminili, in particolare danzatrici, il ritratto di Carla Fracci, Luciana Savignano e Aida Acolla. All’ARCA una sezione è dedicata ai cavalli, che richiamano la scultura del cavallo morente posta davanti alla sede della Rai a Roma.

Vedi tutto

RUTH ORKIN. Leggenda della fotografia

18 Dicembre 2021 - 02 Maggio 2022

Bassano del Grappa (Vi), Museo Civico

E’ la prima retrospettiva italiana di Ruth Orkin (1921-1985), leggendaria figura di fotoreporter ma anche cineasta americana, autrice del lungometraggio indipendente “Little Fugitive”, realizzato assieme al marito Morris Engel, premiato con il Leone d’Argento al Festival di Venezia del 1953. L’opera di Orkin arriva in Italia in concomitanza del centenario della nascita della fotografa (1921), da poco omaggiata di una retrospettiva a New York e Toronto e da una monografia di Hatije&Cantz. Dopo Bassano (unica tappa italiana), l’antologica, realizzata assieme a DiChroma Photography, inizierà un tour europeo ed è attesa a San Sebastian, in Spagna, e a Cascais, in Portogallo.

Vedi tutto

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. ANTOLOGIA SCELTA 2022

16 Dicembre 2021 - 26 Novembre 2022

Milano, Tornabuoni Arte

Milano e Firenze congiunte da una mostra in cui una delle più attente gallerie d’arte europee – la Tornabuoni Arte - presenta una serie di suoi capolavori, frutto della ricerca e della passione collezionistica di Roberto Casamonti. Dalle sue mani sono passate opere dei grandi maestri del Novecento internazionale. Molte le ha rimesse sul mercato, una precisa selezione invece sono state trattenute dal gallerista fiorentino a costituire il suo personale museo. Del quale questa mostra da conto. Il percorso estetico inizia con un dipinto di Fattori della fine dell’Ottocento per attraversare poi l’intero Novecento, con una selezione di lavori italiani ed internazionali, fino a giungere alla contemporaneità con video di Plessi del 2021. Tra i due estremi, opere museali dei protagonisti principali dell’arte italiana, europea e non solo.

Vedi tutto

TREVISO VIAGGIO DANTESCO

18 Dicembre 2021 - 27 Marzo 2022

Treviso, Museo Bailo

“Treviso Viaggio dantesco” è una grande mostra con due anime congiunte. La prima propone il “Viaggio Dantesco con Alberto Martini, Tono Zancanaro, Romano Abate e Go Nagai”, percorso visionario che quattro importanti artisti hanno traslato nelle loro opere, elaborando le infinite suggestioni della dantesca Commedia. Il secondo polo è invece focalizzato sul passato. Con il titolo “Dante e Treviso” ad essere proposta è una emozionante selezione di opere dantesche, tesori, per la gran parte, della Biblioteca e del Museo Civico, ma anche da privati collezionisti. Si tratta di manoscritti, edizioni antiche, disegni e fotografie, opere su tela che accompagneranno il visitatore in un percorso costruito sulle testimonianze più significative del poeta a Treviso.

Vedi tutto

EBE CANOVA

04 Dicembre 2021 - 30 Maggio 2022

Bassano del Grappa (Vi), Museo Civico

Ebe, simbolo dell’eterna giovinezza, coppiera degli Dei, è risorta dalle ceneri. O più correttamente dai frammenti che, all’indomani del bombardamento alleato su Bassano del 24 aprile 1945, venero raccolti come reliquie. Adesso perfettamente ricomposte da un complesso intervento di restauro. Nella mostra, la Ebe bassanese è posta vis a vis con la prima versione in gesso del medesimo soggetto, patrimonio della padovana Collezione Papafava. I due capolavori sono il fulcro di un percorso suggestivo che evoca l’alterna fortuna del mito di Ebe nelle arti figurative. La divinità adolescente è proposta da Canova come l’emblema della gioventù colta all’apice della sua fiorente bellezza, in quel fugace momento di perfezione che anticipa l’età adulta.

Vedi tutto

CARMELO ZOTTI/ nel segno del realismo mitico/ opere inedite 1953/2007

12 Dicembre 2021 - 30 Gennaio 2022

Mareno di Piave (Tv), Fondazione Gianni Ambrogio

Di Carmelo Zotti questa mostra propone una spettacolare sequenza di opere su carta, per la quasi totalità inedite. Sono più di 60 tavole, spesso di grande e grandissimo formato, straripanti di colore e forme, a ripercorrere l’intero percorso artistico di Zotti. Dal 1953 quando, allievo di Bruno Saetti all’Accademia di Venezia, concorse, vincendolo, al Premio della Bevilacqua La Masa, e sino alla sua scomparsa nel 2007. In queste opere tornano i temi che caratterizzano, e rendono unica, la pittura di Zotti. Artista che ha particolarmente amato esprimersi sul supporto cartaceo.

Vedi tutto

Dal Kunsthistorisches: IL RITRATTO DEL DOGE FRANCESCO ERIZZO di Bernardo Strozzi

19 Novembre 2021 - 13 Febbraio 2022

Treviso, Civico Museo di Santa Caterina

E’ un capolavoro d’arte ma anche un’opera di simbolica attualità quella che giunge al Museo di Santa Caterina dal Kunsthistorisches di Vienna. Si tratta del celebre Ritratto del Doge Francesco Erizzo, capolavoro indiscusso di Bernardo Strozzi. Francesco Erizzo fu il doge della ripartenza economica e artistica di Venezia dopo la grande peste del 1630. Il periodo del suo dogado fu tra i più fortunati e felici a Venezia, con la fortissima ripresa, dopo il dramma dell’epidemia, delle attività economiche, artistiche e ludiche. La sua figura restò un simbolo riconosciuto della concordia sociale e dello Stato. Il raffinato ritratto del doge è in mostra accanto ad una sceltissima sequenza di ritratti di uomini di potere di Lotto, Palma il Giovane, Tintoretto…

Vedi tutto

L’INCANTO DEL PAESAGGIO. Disegno, arte, tecnologia

13 Novembre 2021 - 25 Aprile 2022

Rancate (Mendrisio), Cantone Ticino, Svizzera, Pinacoteca cantonale Giovanni Züst

E’ un originale confronto quello che la Pinacoteca Cantonale Züst propone in questa mostra. Il confronto/raffronto tra arte e tecnologia nel racconto del paesaggio, nello specifico, dei diversi ambienti del Canton Ticino. L’arco temporale preso in esame dalla mostra è quello a cavallo tra ‘800 e ‘900, momento di importanti innovazioni nell’arte e di altrettante nella tecnologia. Ed ecco il territorio ticinese visto da naturalisti e uomini di scienza, da geografi, fotografi, pittori, storici dell’arte. Tutti hanno percorso e analizzato, sia con gli strumenti scientifici, sia attraverso gli strumenti tecnici propri della loro epoca e del loro mestiere (il disegno, il rilievo morfologico, l’incisione, la fotografia, la pittura ad olio…) il paese in cui vivevano e operavano. Per definirne, con mezzi e visioni diverse, il volto.

Vedi tutto

COMPLETA DIGITALIZZAZIONE DEL FONDO CANOVIANO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA

09 Novembre 2021

Bassano del Grappa (Vi), Museo Civico

L’intero Fondo Manoscritti di Antonio Canova della Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, è on line, consentendo così a tutti di visionare, ad alta definizione e nella perfetta cromia originale, le oltre 40 mila pagine dei 6658 documenti manoscritti del Fondo: lettere, innanzitutto, ma anche diari di viaggio, appunti, riconoscimenti e diplomi, persino un prezzario delle opere e il quaderno su cui l’artista appuntò le sue lezioni di inglese. Poi i sonetti, che gli estimatori gli facevano pervenire quale segno della loro ammirazione, appunti, testimonianze degli incontri con le maggiori personalità del tempo, Napoleone in primis. Il tutto, suddiviso per temi e aree, liberamente consultabile su archiviocanova.medialibrary.it

Vedi tutto

ALTERAZIONI VIDEO. Appunti per un parco incompiuto

30 Ottobre 2021 - 13 Febbraio 2022

Orani, Museo Nivola

Il Museo Nivola è lieto di presentare l’ultimo progetto del collettivo Alterazioni Video sui grandi cantieri italiani incompiuti. Oggetto di questa mostra è il Palasport di Nuoro, appaltato nel 2012 e definitivamente archiviato nel 2017: quello che ne rimane è una foresta di piloni mozzi in cemento armato e una mastodontica porta d’ingresso. Alterazioni Video propone di ribaltare in positivo il fallimento, trasformando in parco il cantiere abbandonato, e lo fa dando vita ad una originalissima video installazione.

Vedi tutto

MARTIN PARR. We ❤ Sports

28 Ottobre 2021 - 13 Febbraio 2022

Torino, CAMERA - Centro Italiano per la fotografia

È la mostra di fotografia più attesa della prossima stagione espositiva perché il protagonista Martin Parr è senza alcun dubbio uno dei più amati fotografi contemporanei e perché come recita il titolo della mostra: “we love sports! “ Lo sport è un tema ricorrente nella lunga carriera di Parr: catalizzatore delle più diverse emozioni, viene raccontato dal fotografo soprattutto attraverso le divise, le coreografie e le tradizioni dei tifosi e degli spettatori, autentici protagonisti di questo rito collettivo. La mostra realizzata da Camera, Centro Italiano per la Fotografia a Torino insieme a Lavazza e Magnum photos, in occasione delle Nitto ATP Finals, si terrà a Torino dal 28 ottobre 2021 al 13 febbraio 2022 in via delle Rosine 18.

Vedi tutto

VASI ANTICHI

23 Ottobre 2021 - 02 Ottobre 2022

Verona, Museo Archeologico al Teatro romano

“Vasi antichi” dedica un focus speciale alle ceramiche etrusche. Ad essere esposti sono alcuni dei pezzi più suggestivi della raccolta di ceramiche preromane, un’ottantina di vasi dal VII al IV secolo a.C. circa, che compongono una parte della ricca collezione del Museo Archeologico, normalmente non esposta al pubblico. Di particolare impatto la vetrina dedicata alle “ceramiche nere degli Etruschi”, con un vaso monumentale, parte di un gruppo di vasi in bucchero donato al Museo di Verona nell’Ottocento da Bernardino Biondelli, che fu linguista, archeologo, curatore delle collezioni numismatiche del Comune di Milano.

Vedi tutto

70 ANNI DOPO. La Grande Alluvione

23 Ottobre 2021 - 30 Gennaio 2022

Rovigo, Palazzo Roncale

Da una catastrofe può derivare anche qualcosa di positivo? L’interrogativo – non privo di attualità – è alla base della mostra “70 anni dopo. La Grande Alluvione”. Era il 14 novembre 1951 quando tra Canaro e Occhiobello il Po rompeva e apriva una breccia di oltre duecento metri. Fu l’inizio della tragedia del Polesine. Metà della provincia di Rovigo si trovò sommersa da acque fangose su cui galleggiano carcasse di animali e quanto la potenza del Grande Fiume aveva strappato da case e suoli. Questa catastrofe naturale senza precedenti causò un centinaio di morti e costrinse all’esodo 180.000 persone. Poi la rinascita. Complessa, lenta ma potente, che ha plasmato il Polesine di oggi.

Vedi tutto

Oro e colore nel cuore dell’Appennino. ALLEGRETTO NUZI E IL ‘300 A FABRIANO

15 Ottobre 2021 - 30 Gennaio 2022

Fabriano, Pinacoteca civica Bruno Molajoli

La qualità dei suoi fondi oro era così alta che ad Allegretto Nuzi, fabrianese d’origine e toscano di formazione, arrise uno straordinario successo. Le sue opere, contese da estimatori e collezionisti, sono in musei e collezioni importanti, tanto che nel nostro paese non resta nessuno dei suoi dipinti di devozione individuale. Questa attesissima mostra riesce per la prima volta nella “impresa impossibile”: riportare a Fabriano una trentina di opere del grande Maestro, fra cui undici tavole da musei stranieri. Consentendo anche di riunire parti da tempo disperse di polittici e di mettere a confronto opere che con chiarezza delineano il percorso di un Maestro che a pieno titolo può essere definito tale.

Vedi tutto

STEVE MCCURRY. Icons

06 Ottobre 2021 - 13 Marzo 2022

Conegliano (Tv), Palazzo Sarcinelli

Steve McCurry non ha bisogno di presentazioni. La mostra di Conegliano riunisce un centinaio di sue Icons, opere che hanno fatto della fotografia costume, oltre che testimonianza dei tempi. Sono frutto di una precisa visione dell’artista, che afferma “La maggior parte delle mie foto è radicata nella gente. Cerco il momento in cui si affaccia l’anima più genuina, in cui l’esperienza s’imprime sul volto di una persona. Cerco di trasmettere ciò che può essere una persona colta in un contesto più ampio che potremmo chiamare la condizione umana”. Riuscendo nell’intento in modo magistrale.

Vedi tutto

ROBERT DOISNEAU

23 Settembre 2021 - 06 Febbraio 2022

Rovigo, Palazzo Roverella

Mi piacciono – ad affermarlo è stato Doisneau - le persone per le loro debolezze e difetti. Mi trovo bene con la gente comune. Parliamo. Iniziamo a parlare del tempo e a poco a poco arriviamo alle cose importanti. Quando le fotografo non è come se fossi lì ad esaminarle con una lente di ingrandimento, come un osservatore freddo e scientifico. E' una cosa molto fraterna, ed è bellissimo far luce su quelle persone che non sono mai sotto i riflettori.” Il suo è un racconto leggero, ironico, che strizza l’occhio, con simpatia alla gente. Che diventa persino teneramente partecipe quando tratta innamorati e bambini.

Vedi tutto

SULLE TRACCE DI CLEMENTE

18 Giugno 2021 - 18 Giugno 2022

Sassari, Museo Nazionale Archeologico ed Etnografico “Giovanni Antonio Sanna”

Una selezione dell’immenso patrimonio etnografico (abiti, vestiti, gioielli, manufatti artistici) del Sanna, insieme a reperti archeologici e a testimonianze di arte moderna e contemporanea, a proporre un dialogo tra origini antiche, tradizione e attualità, tra memoria e presente. A firmare l’allestimento e, ancora prima, all’ideazione della mostra è lo stilista Antonio Marras. E a sortirne è un percorso assolutamente affascinate. Dove associazioni, opposizioni, accostamenti, intersezioni, confronti, richiami, assonanze, collaborazioni, voci diverse sono parole chiave.

Vedi tutto

RENATO CASARO. L’ultimo cartellonista del Cinema. Treviso, Roma, Hollywood

12 giugno 2021 - 01 Maggio 2022

Treviso, Museo Nazionale Collezione Salce, Chiesa di Santa Margherita, Museo Nazionale Collezione Salce, Complesso di San Gaetano, Musei Civici di Santa Caterina

Da Sergio Leone ad Amadeus, all’Ultimo Imperatore. Treviso, in tre sedi, celebra con una grande mostra Renato Casaro, il cartellonista che “firmò” i manifesti per molti dei capolavori del cinema, da Cinecittà a Hollywood. Casaro è considerato come l’ultimo dei grandi cartellonisti. Di quegli artisti cioè che sapevano trasporre l’anima di un film in un manifesto. Non utilizzando l’immagine fotografica di un personaggio o di una scena ma disegnandola. Il tutto mentre il film era ancora in lavorazione, potendo solo contare su qualche fotografia di scena e su un formidabile intuito comunicativo. Una selezione di sue 300 opere (ma egli si è occupato di un migliaio di film) è esposta al nuovo Museo Salce a Santa Margherita, alla sezione del San Gaetano e ai Musei Civici di Santa Caterina.

Vedi tutto

LA COLLEZIONE DI VETRI VENEZIANI CARLA NASCI – FERRUCCIO FRANZOIA

08 Maggio 2021

Feltre (Bl), Galleria d'arte moderna «Carlo Rizzarda»

A Feltre, ai capolavori in ferro battuto di Carlo Rizzarda si aggiungono ora, in un intrigante connubio di forza e fragilità, i preziosi vetri d’autore della Collezione Carla Nasci-Ferruccio Franzoia: oltre 800 pezzi che spaziano dal XVIII secolo alla contemporaneità, con uno speciale focus sulla produzione muranese e, in particolare, sui grandi “creativi” del vetro. Scarpa e Zecchin, innanzitutto. Con Martinuzzi, Buzzi, Tyra Lundgren, Paolo Venini, Massimo Vignelli, Fulvio Bianconi, Toni Zuccheri, Alfredo Barbini, Archimede Seguso, Flavio Poli, Tapio Wirkkala, Guido Balsamo Stella, Giuseppe Barovier e Guido Bin, pseudonimo di Mario Deluigi e a contemporanei come i Santillana, Sergio Asti e Luciano Gaspari. Tra gli altri.

Vedi tutto