Mostre in preparazione (12)

DAI ROMANTICI A SEGANTINI. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart

29 Gennaio 2022 - 05 Giugno 2022

Padova, Centro San Gaetano

E’ un inno alla natura la nuova mostra padovana di Marco Goldin. Un viaggio nuovo e affascinante attraverso opere di grande bellezza, entro una pittura che dalla strepitosa modernità dei paesaggi di fine Settecento in Svizzera di Caspar Wolf, che quasi anticipa Turner, arriva fino a Segantini. In mezzo, una vera e propria avventura della forma e del colore, con paesaggi meravigliosi e ritratti altrettanto significativi. Procedendo poi dal romanticismo ai vari realismi sia tedeschi sia svizzeri. Con sezioni monografiche dedicate a Caspar David Friedric, Böcklin e Hodler, fino all’impressionismo tedesco e alle novità del colore di pittori svizzeri come Cuno Amiet e Giovanni Giacometti.

Vedi tutto

MIND THE MAP! disegnare il mondo dall’XI al XXI secolo

Febbraio 2022 - Maggio 2022

Treviso, Ca’ Scarpa

Una originale mostra sull’immagine del mondo, sull’audace tentativo intellettuale umano di disegnare lo spazio terrestre e di vederlo tutto insieme in un’unica rappresentazione grafica. Mind the Map! invita a prestare attenzione alla mappa, a tutte le mappe, che spesso vengono utilizzate, a torto, come sostituti della realtà, con leggerezza e in modo irriflessivo. Prestare loro attenzione significa entrare in mondi con una significativa e articolata complessità. Per scoprire come nessuna mappa sia “oggettiva” ma derivi e trasmetta preconcetti ideologici, politici, religiosi… Così nel Medio Evo e ancora così, oggi.

Vedi tutto

UNO SGUARDO OLTRE LE ALPI. Materiali archeologici dal Museo Nazionale di Zurigo

12 Febbraio 2022 - 29 Maggio 2022

Capo di Ponte, MUPRE-Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica

Giungono dal Museo Nazionale di Zurigo i preziosi reperti che al MUPRE vengono posti a confronto con quelli coevi de Val Camonica. Sono armi, utensili, vasellame e oggetti di ornamento, ritrovati in insediamenti palafitticoli, dal Neolitico a giungere sino all'età del Ferro. Le testimonianze, di straordinaria qualità, offrono al visitatore la possibilità di immergersi in un viaggio nel tempo che mette a fuoco affinità e differenze, reti di commerci e scambi di prodotti ma anche circolazione di idee e iconografie tra l’una e l’altra parte dell’arco alpino.

Vedi tutto

KANDINSKIJ. L’OPERA / 1900-1940

26 Febbraio 2022 - 26 Giugno 2022

Rovigo, Palazzo Roverella

L’enigma Kandinskij non è ancora compiutamente disvelato. E l’ampia ampia retrospettiva curata da Paolo Bolpagni e Evgenia Petrova, per il Roverella di Rovigo, punta ad approfondire, in modo autorevole, questa ricerca. Otto ampie sezioni, un taglio originale di approfondimento e di racconto, un percorso cronologico che tocca tutti i moment dell’excursus creativo dell’artista. Il tutto documentato da opere attentamente selezionate, concesse da musei e collezioni private di diversi Paesi.

Vedi tutto

GIOVANNI MIANI. Il Leone Bianco del Nilo

12 Marzo 2022 - 26 Giugno 2022

Rovigo, Palazzo Roncale

Per la prima volta ad essere soggetto di una mostra è la storia di un Indiana Jones rodigino dell’Ottocento, Giovanni Miani: l’uomo che dedicò la sua vita alla scoperta delle sorgenti del Nilo. La sua fu una vicenda da romanzo d’appendice o da film: nato “bastardo”, seguì la madre a Venezia e qui ricevette l’educazione ed i riguardi che spettavano al rampollo di un nobile casato, pur non ricevendone il nome o il titolo. Irrequietezza, smania di avventura, necessità di sentirsi qualcuno lo spingono a Costantinopoli e altre, seguendo sogni, chimere e rivalse. Sino ai diversi tentativi di scoprire le sorgenti del Nilo. L’ultimo fallito forse per i maneggi inglesi

Vedi tutto

L’OTTOCENTO SVELATO. Da Canova al Romanticismo storico

25 Marzo 2022 - 26 Giugno 2022

Treviso, museo Bailo, Sala Canova

Le immortali effigi di Amore e Psiche e della Venere Italica sono esposte accanto ai calchi della mano e del volto di colui che le ha create. Ad aprire una sequenza di materiali canoviani che, raramente sono usciti dalle segrete stanze dei Civici Musei. Tra essi, il prezioso bozzetto delle Tre Grazie, dove a ben guardare si potrebbero scoprire le impronte del maestro. O l’edizione integrale di tutte le incisioni dello scultore, donata dal fratellastro abate Sartori Canova. Ma anche l’effige della nobildonna che ha il ritratto di lui appoggiato sul seno. Poi la grande pittura dell’800, in cui brillano il Ritratto dello scultore di Thomas Laurence e l’opera prima di Francesco Hayez. E, mostra nella mostra, le immagini canoviane di Fabio Zonta e la realtà virtuale creata da PepperGhost.

Vedi tutto

FOTOGRAFIA EUROPEA 2022 “Un’invincibile estate”

29 Aprile 2022 - 12 Giugno 2022

Reggio Emilia, sedi varie

Il tema dell’edizione 2022 di Fotografia Europea si ispira ad una frase del grande scrittore francese Albert Camus. In un momento come quello attuale, di passaggio e di crescita, successivo a un periodo di eccezionale complessità, la frase di Camus induce a una riflessione sulle forze interiori che guidano l’uomo nelle sue azioni in ogni momento della sua vita. La traduzione di queste tematiche nel linguaggio della fotografia, e, per estensione naturale, della cultura visiva in generale, si concentra proprio sui temi della resistenza così come sulle differenti reazioni possibili a fronte dell’emersione di una nuova realtà. La volontà dunque di attraversare “l’inverno” nella consapevolezza che esiste veramente, dentro di noi “un’invincibile estate”.

Vedi tutto

IL GRANDE BAILO

Dal 17 maggio 2022

Treviso, Museo Bailo

ULTERIORI INFORMAZIONI ED IMMAGINI NELLA SEZIONE EVENTI. Il Bailo raddoppia i suoi spazi e interpreta i nuovi tempi ed i nuovi pubblici. Il primo, importate, intervento moderno di adeguamento della sede museale risale al 2015. Con il nuovo intervento, appena concluso, dai 1565 metri quadri del Bailo di allora, si è passati agli attuali 3030. Praticamente un raddoppio, con il recupero integrale degli ambienti del secondo chiostro. Da questo nuovo intervento, affidato a Studiomas architetti, è derivato il sensibile incremento della superficie riservata all’esposizione stabile del patrimonio museale: risultano triplicati gli spazi a disposizione per le esposizioni temporanee, raddoppiano quelli per i servizi di accoglienza per il pubblico, viene aumentata di un terzo la capienza dei depositi.

Vedi tutto

LA GALLERIA DEL NOVECENTO. Da Martini all’Informale. “Omaggio a Gino Rossi”

Dal 28 maggio 2022

Treviso, Museo Bailo

ULTERIORI INFORMAZIONI NELLA SEZIONE EVENTI. 10 sezioni, ad iniziare da una carrellata sull’arte a Treviso a cavallo tra Otto Novecento, per approfondire poi il giovane Arturo Martini, per soffermarsi quindi sullo scultore e la grafica e sugli Anni di Cà Pesaro, sezione in cui Martini viene posto vis a vis con altri artisti trevigiani del primo Novecento, con un focus sulla mostra del 1913 e l’irrompere sulla scena della Fanciulla piena d’amore di Gino Rossi, “scandalo di un’Arte nuova”. E una serie di focus su Carlo Conte, Nino Springolo e Juti Ravenna. Ma anche Luigi Serena, Ettore Erler, Giovanni Apollonio, i Ciardi, Barbisan, Bottegal, Fabiano, Coletti… E soprattutto la rivelazione del folto gruppo di disegni di Gino Rossi risalenti al suo internamento. Tracciati a matita, su carta di recupero, per mantenere un filo personalissimo con la propria arte.

Vedi tutto

CARLO SCARPA NEL MONDO DI MASAAKI SEKIYA. Architetture e fotografie

Autunno 2022

Treviso, Ca’ Scarpa

Una riflessione sull’opera di Carlo Scarpa (1906-1978) attraverso gli scatti di un fotografo d’eccezione, il giapponese Masaaki Sekiya (1942-2002). Il lavoro di ordinamento dell’archivio di Sekiya, conservato a Tokyo, ha portato alla luce fondi fotografici su architetti fondamentali per l’architettura del XX secolo. Il Fondo Carlo Scarpa è uno dei più ricchi e solo alla Tomba Brion egli ha dedicato più di un migliaio di scatti. In aggiunta, fotografie di altri progetti, realizzate con lo scopo di dare alle stampe una monografia fotografica sull’intera opera del grande architetto.

Vedi tutto

L’OCCHIO IN GIOCO. Percezioni, impressioni e illusioni nell’arte dal Medioevo alla Contemporaneità

24 Settembre 2022 - 26 Febbraio 2023

Padova, Palazzo del Monte di Pietà

Ad essere proposto qui è un nuovo modello espositivo, che abbraccia e unisce due dimensioni: lo sguardo generale che accompagna il visitatore a comprendere l’indagine e lo sviluppo delle arti sul tema del movimento, e uno, più specifico, che indaga i rapporti tra la psicologia della percezione e la creatività. La sezione dedicata alla percezione, al movimento, al colore, all’optical come caleidoscopio è curata da Luca Massimo Barbero mentre quella denominata “La scuola patavina di psicologia della percezione, il Gruppo N e l’arte programmata” è affidata, tra gli altri, al prof. Guido Bartorelli e al prof. Giovanni Galfano dell’Università di Padova.

Vedi tutto

BIAF 2022

24 Settembre 2022 - 02 Ottobre 2022

Firenze, Palazzo Corsini

ULTERIORI INFORMAZIONI ED IMMAGINI NELLA SEZIONE EVENTI. Sarà in programma dal 24 settembre al 2 ottobre 2022 la 32ma edizione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze a Palazzo Corsini. La mostra più importante al mondo dell’Arte Italiana e anche la più longeva, slitta di una settimana rispetto alle date consuete andando a coincidere con un altro importante appuntamento come la grande mostra di Jeff Koons a Palazzo Strozzi . “Nonostante alcune fiere internazionali abbiano deciso di spostarsi all’autunno, sono certo che la Biennale rimarrà un punto fermo e fondamentale del mercato dell’arte, come sempre lo è stata”, afferma Fabrizio Moretti, Segretario Generale della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze.

Vedi tutto