Mostre in preparazione (12)

CARMELO ZOTTI/ nel segno del realismo mitico/ opere inedite 1953/2007

12 Dicembre 2021 - 30 Gennaio 2022

Mareno di Piave (Tv), Fondazione Gianni Ambrogio

Di Carmelo Zotti questa mostra propone una spettacolare sequenza di opere su carta, per la quasi totalità inedite. Sono più di 60 tavole, spesso di grande e grandissimo formato, straripanti di colore e forme, a ripercorrere l’intero percorso artistico di Zotti. Dal 1953 quando, allievo di Bruno Saetti all’Accademia di Venezia, concorse, vincendolo, al Premio della Bevilacqua La Masa, e sino alla sua scomparsa nel 2007. In queste opere tornano i temi che caratterizzano, e rendono unica, la pittura di Zotti. Artista che ha particolarmente amato esprimersi sul supporto cartaceo.

Vedi tutto

FRANCESCO MESSINA. PRODIGI DI BELLEZZA 120 opere a 120 anni dalla nascita

19 Dicembre 2021 - 27 Febbraio 2022

Vercelli, Arca, Palazzo Arcivescovile ed Ex Chiesa Di San Vittore

Tre sedi, 120 opere, non poche di dimensioni rilevanti, per celebrare, a 120 anni dalla nascita, Francesco Messina, scultore certamente tra i maggiori dell’ultimo secolo. ARCA, Palazzo Arcivescovile, ex Chiesa di San Vittore accolgono grandi marmi, molti bronzi e ritratti di amici e colleghi – memorabili, tra i tanti quelli di Lucio Fontana, Quasimodo, Bacchelli (con il monocolo), Montanelli, Arturo Tosi, Eugenio D’Ors – tra le figure femminili, in particolare danzatrici, il ritratto di Carla Fracci, Luciana Savignano e Aida Acolla. All’ARCA una sezione è dedicata ai cavalli, che richiamano la scultura del cavallo morente posta davanti alla sede della Rai a Roma.

Vedi tutto

RUTH ORKIN. Leggenda della fotografia

18 Dicembre 2021 - 02 Maggio 2022

Bassano del Grappa (Vi), Museo Civico

E’ la prima retrospettiva italiana di Ruth Orkin (1921-1985), leggendaria figura di fotoreporter ma anche cineasta americana, autrice del lungometraggio indipendente “Little Fugitive”, realizzato assieme al marito Morris Engel, premiato con il Leone d’Argento al Festival di Venezia del 1953. L’opera di Orkin arriva in Italia in concomitanza del centenario della nascita della fotografa (1921), da poco omaggiata di una retrospettiva a New York e Toronto e da una monografia di Hatije&Cantz. Dopo Bassano (unica tappa italiana), l’antologica, realizzata assieme a DiChroma Photography, inizierà un tour europeo ed è attesa a San Sebastian, in Spagna, e a Cascais, in Portogallo.

Vedi tutto

TREVISO VIAGGIO DANTESCO

18 Dicembre 2021 - 27 Marzo 2022

Treviso, Museo Bailo

“Treviso Viaggio dantesco” è una grande mostra con due anime congiunte. La prima propone il “Viaggio Dantesco con Alberto Martini, Tono Zancanaro, Romano Abate e Go Nagai”, percorso visionario che quattro importanti artisti hanno traslato nelle loro opere, elaborando le infinite suggestioni della dantesca Commedia. Il secondo polo è invece focalizzato sul passato. Con il titolo “Dante e Treviso” ad essere proposta è una emozionante selezione di opere dantesche, tesori, per la gran parte, della Biblioteca e del Museo Civico, ma anche da privati collezionisti. Si tratta di manoscritti, edizioni antiche, disegni e fotografie, opere su tela che accompagneranno il visitatore in un percorso costruito sulle testimonianze più significative del poeta a Treviso.

Vedi tutto

ARON DEMETZ. Autarkeia II. Il richiamo della materia

15 Gennaio 2022 - 31 Marzo 2022

Catanzaro, Museo MARCA

Ricerca e sperimentazione caratterizzano l’intero percorso di Demetz, discendente da una famiglia di scultori e originario della Val Gardena, terra di santi e di scultori di altari lignei che si possono ammirare nelle chiese di tutto il mondo. La mostra al MARCA propone una serie di opere che sono testimoni del percorso di questa appassionata ricerca espressiva: opere figurali in legno, bronzo, in gesso e vetro, a conferma come in Demetz la scultura sia pensiero tradotto in forma, elaborazione filosofica tradotta in prassi plastica.

Vedi tutto

ROBERT CAPA. Fotografie oltre la guerra

15 Gennaio 2022 - 05 Giugno 2022

Abano Terme (Pd), Villa Bassi Rathgeb

E’ un Capa “altro”, quello che questa grande mostra propone. Più di 100 immagini a documentare il rapporto del fotografo con Picasso, Hemingway e Matisse e l’ambiente culturale. Così come con il grande cinema: Humphrey Bogart , John Houston, Gina Lollobrigida, Anna Magnani, Silvana Mangano , da Notorius al neorealismo. E ancora la sezione dedicata alla collaborazione tra Capa e lo scrittore americano Steinbeck che darà avvio al progetto “Diario russo”, viaggio alla scoperta di quel nemico che era stato l’alleato più forte nella seconda guerra mondiale, l’Unione Sovietica. Poi la quotidianità di un Paese antichissimo e allora nuovissimo, Israele, e l’esperienza del Tour de France dove il vero protagonista diventa il pubblico più che i ciclisti.

Vedi tutto

DAI ROMANTICI A SEGANTINI. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart

29 Gennaio 2022 - 05 Giugno 2022

Padova, Centro San Gaetano

E’ un inno alla natura la nuova mostra padovana di Marco Goldin. Un viaggio nuovo e affascinante attraverso opere di grande bellezza, entro una pittura che dalla strepitosa modernità dei paesaggi di fine Settecento in Svizzera di Caspar Wolf, che quasi anticipa Turner, arriva fino a Segantini. In mezzo, una vera e propria avventura della forma e del colore, con paesaggi meravigliosi e ritratti altrettanto significativi. Procedendo poi dal romanticismo ai vari realismi sia tedeschi sia svizzeri. Con sezioni monografiche dedicate a Caspar David Friedric, Böcklin e Hodler, fino all’impressionismo tedesco e alle novità del colore di pittori svizzeri come Cuno Amiet e Giovanni Giacometti.

Vedi tutto

GIOVANNI MIANI. Il Leone Bianco del Nilo

12 Marzo 2022 - 26 Giugno 2022

Rovigo, Palazzo Roncale

Per la prima volta ad essere soggetto di una mostra è la storia di un Indiana Jones rodigino dell’Ottocento, Giovanni Miani: l’uomo che dedicò la sua vita alla scoperta delle sorgenti del Nilo. La sua fu una vicenda da romanzo d’appendice o da film: nato “bastardo”, seguì la madre a Venezia e qui ricevette l’educazione ed i riguardi che spettavano al rampollo di un nobile casato, pur non ricevendone il nome o il titolo. Irrequietezza, smania di avventura, necessità di sentirsi qualcuno lo spingono a Costantinopoli e altre, seguendo sogni, chimere e rivalse. Sino ai diversi tentativi di scoprire le sorgenti del Nilo. L’ultimo fallito forse per i maneggi inglesi

Vedi tutto

L’OTTOCENTO SVELATO. Da Canova al Romanticismo storico

25 Marzo 2022 - 26 Giugno 2022

Treviso, museo Bailo, Sala Canova

Le immortali effigi di Amore e Psiche e della Venere Italica sono esposte accanto ai calchi della mano e del volto di colui che le ha create. Ad aprire una sequenza di materiali canoviani che, raramente sono usciti dalle segrete stanze dei Civici Musei. Tra essi, il prezioso bozzetto delle Tre Grazie, dove a ben guardare si potrebbero scoprire le impronte del maestro. O l’edizione integrale di tutte le incisioni dello scultore, donata dal fratellastro abate Sartori Canova. Ma anche l’effige della nobildonna che ha il ritratto di lui appoggiato sul seno. Poi la grande pittura dell’800, in cui brillano il Ritratto dello scultore di Thomas Laurence e l’opera prima di Francesco Hayez. E, mostra nella mostra, le immagini canoviane di Fabio Zonta e la realtà virtuale creata da PepperGhost.

Vedi tutto

IL GRANDE BAILO

Dal 17 maggio 2022

Treviso, Museo Bailo

ULTERIORI INFORMAZIONI ED IMMAGINI NELLA SEZIONE EVENTI. Il Bailo raddoppia i suoi spazi e interpreta i nuovi tempi ed i nuovi pubblici. Il primo, importate, intervento moderno di adeguamento della sede museale risale al 2015. Con il nuovo intervento, appena concluso, dai 1565 metri quadri del Bailo di allora, si è passati agli attuali 3030. Praticamente un raddoppio, con il recupero integrale degli ambienti del secondo chiostro. Da questo nuovo intervento, affidato a Studiomas architetti, è derivato il sensibile incremento della superficie riservata all’esposizione stabile del patrimonio museale: risultano triplicati gli spazi a disposizione per le esposizioni temporanee, raddoppiano quelli per i servizi di accoglienza per il pubblico, viene aumentata di un terzo la capienza dei depositi.

Vedi tutto

LA GALLERIA DEL NOVECENTO. Da Martini all’Informale. “Omaggio a Gino Rossi”

Dal 28 maggio 2022

Treviso, Museo Bailo

ULTERIORI INFORMAZIONI NELLA SEZIONE EVENTI. 10 sezioni, ad iniziare da una carrellata sull’arte a Treviso a cavallo tra Otto Novecento, per approfondire poi il giovane Arturo Martini, per soffermarsi quindi sullo scultore e la grafica e sugli Anni di Cà Pesaro, sezione in cui Martini viene posto vis a vis con altri artisti trevigiani del primo Novecento, con un focus sulla mostra del 1913 e l’irrompere sulla scena della Fanciulla piena d’amore di Gino Rossi, “scandalo di un’Arte nuova”. E una serie di focus su Carlo Conte, Nino Springolo e Juti Ravenna. Ma anche Luigi Serena, Ettore Erler, Giovanni Apollonio, i Ciardi, Barbisan, Bottegal, Fabiano, Coletti… E soprattutto la rivelazione del folto gruppo di disegni di Gino Rossi risalenti al suo internamento. Tracciati a matita, su carta di recupero, per mantenere un filo personalissimo con la propria arte.

Vedi tutto

BIAF 2022

24 Settembre 2022 - 02 Ottobre 2022

Firenze, Palazzo Corsini

ULTERIORI INFORMAZIONI ED IMMAGINI NELLA SEZIONE EVENTI. Sarà in programma dal 24 settembre al 2 ottobre 2022 la 32ma edizione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze a Palazzo Corsini. La mostra più importante al mondo dell’Arte Italiana e anche la più longeva, slitta di una settimana rispetto alle date consuete andando a coincidere con un altro importante appuntamento come la grande mostra di Jeff Koons a Palazzo Strozzi . “Nonostante alcune fiere internazionali abbiano deciso di spostarsi all’autunno, sono certo che la Biennale rimarrà un punto fermo e fondamentale del mercato dell’arte, come sempre lo è stata”, afferma Fabrizio Moretti, Segretario Generale della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze.

Vedi tutto